• Telefono: 035 48 72 288
  • Email: info@acrambiente.it
  • Pronto intervento: 7/7 H24

Focus

Blatte: caratteristiche, rischi per l’uomo e disinfestazione

Che cosa sono le blatte?

La blatta è un insetto dal corpo robusto con antenne lunghe e mobili e occhi composti. Presenti sulla terra da oltre 300 milioni di anni, come testimoniato dai reperti fossili, le blatte possono riprodursi con facilità anche grazie alla loro velocità di spostamento e di assunzione del cibo. Avendo un corpo piatto, inoltre, gli scarafaggi hanno la possibilità di infilarsi all’interno di piccole fessure e altri rifugi che fungono da nascondiglio; in questo modo riescono a sfuggire ai vari pericoli che potrebbero comprometterne la sopravvivenza.

Inoltre, trattandosi di animali notturni, le blatte riescono ad avere meno contatti con l’uomo e con gli altri animali e, di conseguenza, a sopravvivere molto più facilmente.


Per poter procedere con il trattamento più adeguato, è necessario innanzitutto individuare la specie in questione. Ogni scarafaggio, infatti, ha un differente ciclo vitale e dev’essere trattato in modo diverso.

In Italia, le principali specie appartenenti a questa famiglia sono:

  • 

La Blatta orientalis: specie di dimensioni medie, con adulti che misurano 25-40 mm e sono caratterizzati da forte dimorfismo sessuale. Gli adulti sono di color nero rossiccio, gli stadi giovanili sono invece caratterizzati da una colorazione inizialmente marrone chiara.
  • 
La Periplaneta americana: lunghe poco più di 3 cm, di forma piuttosto slanciata, la loro livrea è bruno ferruginosa quasi compiutamente uniforme. Nonostante siano chiamate Periplanete americane, non sembrano originarie del Nuovo Mondo, ma dell'Asia orientale. Se nell'ambiente la temperatura è elevata anche durante l’inverno, le Periplanete rimangono attive per tutto l'anno e si riproducono quasi in ogni stagione.
  • 
La Blattella germanica: piccola blatta grigio-giallastra, con due bande scure longitudinali sul pronoto. Entrambi i sessi sono alati, ma volano raramente. Si arrampicano con facilità sulle superfici lisce poiché hanno zampe fornite di ventose. Sono lucifughe ed hanno istinto gregario. La specie è diffusissima in tutta Italia, vive in ambienti caldi, umidi e protetti come cucine e bagni.

I principali danni causati dalle blatte il ciclo vitale delle blatte comprende tre diversi stadi, quello di uova, quello di ninfa e quello di adulto. Una volta che le ninfe vengono fuori dalle uova, si nutrono e si modificano per poter raggiungere lo stadio di adulto.

Gli scarafaggi consumano gli alimenti più disparati, dal cibo,alle sostanze grasse in putrescenza sino alla carta. I danni causati dalle blatte, tuttavia, vanno ben al di là di ciò: questi parassiti, infatti, possono contaminare l’ambiente e, in particolar modo, gli alimenti consumati dall’uomo, le stoviglie e gli altri utensili che si trovano nella stanza.

Gli scarafaggi, nello specifico, possono diffondere i microbi raccolti all’interno di fogne, pattumiere e altri ambienti malsani e inquinati: questi agenti patogeni, in particolar modo, si depositano sul corpo delle blatte e vengono trasportati da un luogo all’altro.

Le conseguenze per l’uomo sono piuttosto gravi e vanno dalle intossicazioni alimentari alla contrazione di infezioni. Partendo da questo presupposto, si intuisce quanto sia importante evitare un’infestazione da blatte all’interno del proprio appartamento o ambiente di lavoro.

Scongiurare un’eventuale contaminazione da scarafaggi, in altre parole, significa proteggere la salute di chi vive e lavora in un determinato luogo.  
Come avviene la disinfestazione dalle blatte Per trattare un ambiente contro la presenza di scarafaggi, bisogna eseguire tre diversi passaggi: una fase di preparazione, un trattamento di disinfestazione con la scelta della tecnica meno invasiva e un’operazione di mantenimento. Rivolgersi a un professionista, come A.C.R., è fondamentale per risolvere il problema in maniera definitiva. Solo un esperto nel settore, infatti, riesce a individuare la migliore strategia in base alla specie di parassita da trattare e alle cause dell’infestazione.

Una volta eseguito il trattamento, è fondamentale seguire le norme igieniche consigliate dal professionista: evitare una successiva infestazione, infatti, è estremamente importante. In ogni caso, monitorare costantemente l’ambiente aiuta a individuare tempestivamente le blatte e ad agire immediatamente.

  • Blatta Americana
  • Blatta Germanica
  • Blatta Orientalis
  • Blatta Americana

  • Blatta Germanica

  • Blatta Orientalis

ACR Ambiente

Il tuo habitat in buone mani

Leader nei settori Pest Control, Pest Management, igiene ambientale e servizi integrati, ACR rappresenta un punto di riferimento nel campo della salute ambientale e delle disinfestazioni.