• Telefono: 035 48 72 288
  • Email: info@acrambiente.it
  • Pronto intervento: 7/7 H24

Focus

Piccioni e altri volatili molesti: come liberarsene?

Quali sono i danni causati dai piccioni?

I piccioni e i volatili molesti rappresentano un problema non trascurabile in moltissimi contesti urbani e rurali.

L’insediamento di colonie di uccelli comporta una serie di problematiche che devono essere assolutamente evitate. Innanzitutto, la sovrappopolazione causa un accumulo di sporcizia e di rifiuti organici, anche negli spazi esterni delle abitazioni private; da ciò deriva un grave problema igienico sanitario, legato al fatto che i piccioni veicolano microorganismi patogeni.

I colombi, nello specifico, possono essere portatori di clamidiosi, salmonella, toxoplasmosi e tubercolosi: un’invasione di volatili molesti, perciò, accresce in maniera significativa il rischio che si diffondano queste malattie.

Da non sottovalutare, al tempo stesso, l’aumento delle reazioni allergiche, sopratutto di tipo respiratorio; infine, rappresentano un pericolo per la salute anche le zecche trasportate dai piccioni.

Accanto ai rischi per l’uomo, vale la pena di citare anche i danni causati alle varie strutture architettoniche sia dagli uccelli stessi sia dalle sostanze corrosive contenute negli escrementi.

Bisogna ricordare che l’allontanamento e l’eliminazione dei piccioni da parte dei privati può costituire un reato, ad esempio quando si utilizzano veleni. Per liberarsi dei volatili molesti e rispettare la legge non bisogna far altro che rivolgersi a chi si occupa di allontanamento volatili, come i professionisti di A.C.R.

I volatili molesti più comuni

Tra i volatili molesti più comuni, vengono annoverati il gabbiano, il passero e lo storno.

  • 
Il gabbiano, lungo più di 40 cm, ha il corpo bianco con il dorso grigio, zampe rosse e becco rosso con una macchia scura sulla punta. Questo uccello nidifica in genere tra le canne i giunchi, utilizzando paglia, erba e fuscelli; non di rado, tuttavia, i gabbiani costruiscono il nido sui cornicioni e sui tetti delle case. Questo volatile, che vive in prossimità di acque dolci o salate, si spinge spesso anche nell’entroterra. I gabbiani rappresentano un vero pericolo negli aeroporti, in quanto possono scontrarsi con gli aerei e persino danneggiarne i motori.
  • 
Il passero, lungo più di 15 cm, presenta un colore bruno posteriormente e chiaro inferiormente con una striscia bianca sulle ali. Il maschio ha la nuca di colore castano e le guance bianche, mentre la femmina presenta il petto grigio e la testa marrone. Questo volatile realizza il nido non solo su alberi e cespugli ma anche all’interno dei buchi dei muri. I danni per l’uomo sono legati sia alla costruzione del nido sia alla ricerca di nutrimento da parte dei passeri.
  • Lo storno è un uccello migratore che, in alcune zone d’Italia, sta diventando stanziale; le principali aree di diffusione di questo volatile sono la Toscana, il Lazio, l’Emilia Romagna, la Lombardia, il Piemonte e, durante le migrazioni, le regioni del Sud Italia. Lo storno è lungo 20 cm e ha un peso che si aggira sui 100 g; il piumaggio nero si tinge di macchie bianche durante l’inverno.

  • Piccione
  • Piccione

ACR Ambiente

Il tuo habitat in buone mani

Leader nei settori Pest Control, Pest Management, igiene ambientale e servizi integrati, ACR rappresenta un punto di riferimento nel campo della salute ambientale e delle disinfestazioni.